Il gelato vegano Magnum conquista il mondo (tra le polemiche) immagine-preview

Feb 13, 2019

Il gelato vegano Magnum conquista il mondo (tra le polemiche)

Dopo il debutto in Finlandia e Svezia, dopo lo sbarco nel Regno Unito grazie alla catena di negozi Tesco e l'approdo in Italia, il gelato Magnum Vegan arriva anche in Stati Uniti, Nuova Zelanda e Australia, dove scatena molte polemiche

Il Magnum è uno dei gelati più amati al mondo, secondo forse solo al Cornetto Algida, di cui esistono numerose versioni compresa quella Unicornetto. Ma anche il compatto e cremoso gelato ricoperto di cioccolato sta riservando le sue sorprese. Ad esempio, Magnum ha creato una versione vegana del suo celebre cremino su stecco.

Dopo il lancio in Svezia, Finlandia, Regno Unito e Italia, il Magnum Vegan è arrivato in Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti. I food trend vegan ed eco-friendly sono tra i più caldi del 2019 e anche l’accoglienza per questo prodotto rivisitato lo sta dimostrando.

Com’è fatto il Magnum Vegan Classic

Unilever, multinazionale proprietaria anche del marchio Algida, ha creato una versione senza latte e derivati animali del suo famoso stecco alla vaniglia ricoperto di cioccolato. In Italia, uno dei paesi più ambiti dal food marketing vegano, possiamo gustarlo da settembre 2018.

Si tratta di “un prodotto 100% vegetale che permette ai vegani di condividere un cremoso momento di piacere senza bisogno del latte”, declama la pubblicità di Magnum Vegan.

L’azienda assicura che gli ingredienti utilizzati sono di altissima qualità. I chicchi di cacao vengono selezionati con cura e provengono da fattorie certificate Rainforest Alliance. Invece il gelato contiene la proteina ricavata del pisello, alternativa vegetale alle proteine del latte.

In Italia è disponibile sia nella variante Classico da settembre sia quella Mandorle da gennaio 2019. Inoltre il nuovo Magnum Vegan è certificato dalla Unione Vegetariana Europea.

“Siamo emozionati di portare il nostro cioccolato di livello superiore sul mercato vegano e senza lattosio – ha spiegato Leslie Miller, direttore marketing della divisione Ice Cream di Unilever, nell’annuncio dell’arrivo del prodotto sul mercato americano -. Questo è il nostro primo lancio nel settore esclusivamente vegetale, e non vediamo l’ora di condividerlo con i fan del gelato Magnum”.

Gelato vegano Magnum: le polemiche in Australia

La scelta non è piaciuta ai produttori caseari australiani, che sono insorti al grido di “Senza latte non può essere gelato“. La legislatura australiana infatti non prevede che i prodotti senza crema o latte possano indossare l’etichetta di gelato.

Ma queste critiche sembrano più figlie della rabbia connessa al crollo del consumo di prodotti lattiero-caseari nel paese, dove moltissime persone sono sempre più orientate verso uno stile di vita più sano, vegano o vegetariano.

Gli altri gelati vegani

Magnum non è l’unico brand ad aver proposto ai suoi consumatori una versione vegana. In America anche il marchio Ben & Jerry’s ha lanciato addirittura nel 2016 il suo gelato a base di latte di mandorla, vendendo bene anche in Regno Unito e Australia.

Il marchio americano Halo Top ha seguito i passi di Ben & Jerry e nel 2017 ha introdotto sette gusti di gelato senza lattosio, vegano e a basso contenuto di calorie. Si può acquistare anche in Canada, Australia e Regno Unito.

Le stime fanno presupporre che il mercato del gelato vegano sorpasserà il miliardo di dollari entro il 2024.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter