Food delivery, questo pad thaï parigino è il piatto più ordinato dell'anno | The Food Makers immagine-preview

Dic 20, 2018

Food delivery, questo pad thaï parigino è il piatto più ordinato dell’anno

La top 100 della piattaforma Deliveroo: in Italia stravince Milano con poke, pizza e fast food. Fra i trend, crescono dolci e pietanze salutari

Food delivery, cosa hanno ordinato gli utenti nel mondo? Anzi, per meglio dire: quali sono stati i piatti più ordinati in assoluto? Deliveroo, la piattaforma presente in 500 città e 13 Paesi, dall’Australia agli Emirati Arabi, ha rilasciato la sua superclassifica di fine anno. Molto utile, anche, per orientarsi quando si è in giro per il mondo.

D’altronde la piattaforma, fondata nel 2013 da William Shu e Greg Orlowski a Londra dove ha il suo quartier generale con oltre 2mila dipendenti, lavora con oltre 50mila tra i migliori ristoranti e con oltre 50mila rider che garantiscono la migliore esperienza di food delivery nel mondo. In Italia il sito è attivo a Milano, Roma, Piacenza, Firenze, Torino, Bologna, Monza, Verona, Padova, Bergamo, Brescia, Genova, Pavia, Modena, Parma, Varese, Lecco, Como, Busto Arsizio, Cagliari, Bari, Ferrara, Novara, Trento, Bolzano, Udine, Pisa, Perugia, Alessandria, Treviso, Mestre, Napoli, Messina e Pescara.

 

Il trionfo del pad thaï parigino

Mentre l’anno volge al termine,  il servizio di food delivery fa dunque il punto sull’andamento del 2018 rivelando i piatti più popolari al mondo scelti dai suoi clienti. C’è davvero di tutto, dai burritos ai burger, dalle poke bowl al pad thaï. Ed è proprio il tipico piatto della cucina thailandese (a base di pasta di riso saltata in padella con condimenti vari, dall uovo alle verdure al tofu), a svettare su tutti gli altri. Si tratta di quello di Thaï at Home a Parigi.

Alla seconda piazza c’è il cheeseburger di Five Guys a Londra (la catena che ha da poco aperto anche a Milano) e alla terza piazza il Sushi lovers poke bowl di Cali-Poke a Dubai. Un podio di tutto (e ghiotto) rispetto. In quarta posizione arriva il burrito di Boojum, a Dublino, e in quinta il Bubble Tea di Tenren’s Tea, a Hong Kong.

Si fa invece un salto pazzesco per la sesta posizione, occupata dal Grilled chicken burrito di Guzman Y Gomez, a Sydney, e un altro tipo di burrito: quello di Gonzalez&Co, stavolta a Barcellona e alla settima piazza. Chiudono la top ten il beef burger di Tommi’s Burger Joint, a Berlino, il Poke Bowl di Temakery ad Amsterdam e 2 Hot Wings del fast food Kfc, a Brighton.

Mentre i noodles e i poke hawaiani sono stati tra i principali trend food di quest’anno, durante il 2018 si è assistito anche alla crescita nell’apprezzamento di piatti healthy a base vegetale e alla conferma della pizza, che rimane tra le scelte preferite con 5 specialità nella top 100” spiega una nota del gruppo. Che registra anche un’impennata nell’aumento di ordini di piatti di cucine tipiche, dove spiccano ad esempio il doner Kebab come quello di German Doner Kebab a Birmingham o il satay indonesiano come quello di Xian Street Food di Galway.

 

In Italia Asia, pizza e fast food

E in Italia? Il 2018 si è attestato sulle preferenze verso i piatti della cucina asiatica che combattono con la pizza e il classico hamburger di McDonald’s. Fra i più ordinati, infatti, il Poke bowl Salmone di Pokèria by Nima, a Milano, i McMenu di Mc’Donald’s a Roma, lo Spicy tuna poke bowl di Poke House, sempre a Milano, come tutto il resto: la pizza San Marzano di Lievità, il Roll Salmao con Camarao di Temakinho, Milano, la pizza Margherita di Anema e Cozze, e i ravioli di carne di Ravioleria Sarpi.

Con gli ordini relativi ad healthy food quasi triplicati quest’anno, non sorprende che piatti come The original vegan Açaí Bowl di The Acai Spot (EAU) o l’Harvest Protein & Grain Bowl di Harvest di Singapore siano arrivati ​​tra i primi 100” aggiunge Deliveroo. In fondo, il piatto più frequente della Top 100 che compare ben dodici volte da otto Paesi diversi è proprio la poke bowl. Nutriente, di moda e clamorosamente instagrammabile.

 

E i comfort food?

I classici comfort food – hamburger e burritos – tengono comunque durissimo: quasi un quinto dei 100 preferiti di quest’anno. Da quanto emerge, si registra infine un aumento di cinque volte rispetto allo scorso anno nel numero di dessert presenti in classifica – un tipo di portata non sempre gettonatissimo nel food delivery – tra cui il Banana pudding di Magnolia Bakery di Dubai o l’Happy waffle di Waffle Brothers a Berlino.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter