immagine-preview

Ott 16, 2018

Pasta Evangelist, la startup UK che consegna la pasta artigianale nella buca delle lettere

Un kit per preparare il piatto più iconico della tradizione culinaria italiana. E che consente di azzerare le complicazioni logistiche

Quando hanno pensato al nome per la loro startup, Alessandro Savelli e James Mcarthur di Pasta Evangelists hanno scelto di trasformare il loro amore per la pasta in una religione: da annunciare a tutti, se è possibile anche porta a porta. Ma non è stata solo una scelta di parole per fare presa sulla clientela. Quella della distribuzione diretta del prodotto è l’anima della startup italo-inglese nata nel 2016. I vari tipi di pasta, dalle fettuccine ai ravioli, vengono consegnati a casa in sottili pacchi postali in grado di passare nella buca delle lettere delle porte inglesi. Il contenuto della spedizione consente di assaporare il piatto con il suo condimento ideale.

© Pasta evangelists

Un piatto artigianale in 5 minuti

Gli italiani sanno bene cosa significa non saper fare a meno di un piatto di pasta. Ma gli estimatori di questa nostra specialità sono in tutto il mondo: la scommessa di Pasta Evangelist è dunque una scommessa sicura. Nel solo mese di settembre 2018 le porzioni consegnate sono state oltre 10mila.

 

L’artigianalità del prodotto, affidata alle mani sapienti di alcuni scultori della pasta, rendono questo piatto un simbolo della nostra cucina oltre che una prelibatezza. L’arte culinaria, però, a volte non è alla portata di tutti: l’intuizione di Pasta Evangelists è proprio qui, bastano 5 minuti per preparare un piatto squisito utilizzando le materie prime che la startup provvede a consegnare in tutto il Regno Unito.

La pasta nella buca delle lettere

La praticità di questa soluzione sta nella possibilità di far entrare il pacchetto con il prezioso contenuto direttamente nella buca delle lettere. Questo significa che non è necessario che il destinatario sia a casa quando avviene la consegna. Per quanto riguarda le salse, la confezione è refrigerata e consente la conservazione fino al ritorno del cliente. Tutto il kit si può tenere in frigo per tre giorni, o addirittura per un mese se viene congelato.

© Pasta evangelists

La cucina della nonna nel Regno Unito

Nel progetto di Pasta Evangelists, che ha già convinto gli investitori a finanziarla con 2 milioni di euro, c’è ovviamente una bella dose di nostalgia per qualcosa che appartiene alla tradizione italiana. I moderni mezzi ci consentono, però, di superare l’ostacolo della lontananza. E se prima era praticamente impossibile gustare un piatto di pasta fatta in casa fuori dai confini nazionali, oggi il sapore della cucina della nonna arriva in poco tempo in ogni angolo del Regno Unito.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter