immagine-preview

Lug 17, 2018

Toast, la piattaforma di vendita per i ristoranti, raccoglie 115 milioni e vola a 1,4 miliardi di valutazione

L'azienda entra a far parte del club degli Unicorni. L'obiettivo è continuare a crescere ancora

Toast è una piattaforma di POS (Point-of-sale) destinata a ristoranti e aziende di catering. Recentemente ha annunciato un nuovo finanziamento di 115 milioni di dollari guidato da T. Rowe Price, con la partecipazione di Tiger Global Management e di investitori già presenti come Bessemer, Generation Investment Management e Lead Edge Capital. Con una valutazione di 1,4 miliardi di dollari, la startup di Boston ha ottenuto l’ingresso nel tanto ambito club degli “unicorni”.

Toast

Fondata nel 2011, Toast offre un sistema di POS che si integra con i sistemi front-of-house, back-of-house e online dei ristoranti e allo stesso tempo fornisce dati e approfondimenti sui modelli di vendita, i costi e le tendenze di fidelizzazione della clientela. Pochi mesi fa Toast ha lanciato un nuovo dispositivo portatile chiamato Toast Go, che consente ai camerieri di inviare ordini direttamente dal tavolo alla cucina e di dare loro accesso alle informazioni sugli ingredienti e alla disponibilità delle voci del menu in tempo reale. Prima di adesso, Toast aveva raccolto 134 milioni di dollari, e la società ha annunciato di voler raddoppiare gli investimenti in ricerca e sviluppo. Oltre alla sede di Boston, l’azienda ha appena aperto nuovi uffici a Portland, in Oregon, e a Omaha, in Nebraska, oltre ad uffici remoti già esistenti a Dublino.

Ristorazione negli USA

Il settore della ristorazione negli Stati Uniti vale 800 miliardi di dollari ed è un’industria da circa 15 milioni di posti di lavoro. Ci sono stati investimenti significativi in ​​tecnologie progettate per semplificare le piccole imprese e per rendere più facile accettare i pagamenti digitali. Qualche settimana fa il rivale di Toast, TouchBistro, ha raccolto 55 milioni di dollari. Altri popolari sistemi di point-of-sale includono Jack Dorsey’s Square, che ha investito nella piattaforma Caviar (si occupa di ordinare cibo dai migliori ristoranti locali nelle città degli Stati Uniti) attraverso molteplici acquisizioni. In Europa, la rivale Square iZettle è stata recentemente acquisita da PayPal per più di 2 miliardi di dollari. Toast ha dichiarato di aver aumentato i suoi ricavi del 150% nell’ultimo anno e ora ha più di 1.000 dipendenti negli Stati Uniti.“Il mondo della ristorazione sta attraversando un cambiamento fondamentale e la tecnologia è la risposta a queste nuove esigenze. Ed è quello che fa Toast – racconta Henry Ellenbogen, portfolio manager di T. Rowe Price New Horizons Fund -. Il nostro investimento in Toast riflette la nostra convinzione nella capacità dell’azienda di diventare sempre più grande”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter