Dic 12, 2017

Dal Club degli Investitori 500K sulla serra idroponica di Sfera

Nuovo aumento di capitale per la startup di Luigi Galimberti, che ha già in progetto un piano per la realizzazione di altre 7 strutture

Il Club degli Investitori ha investito 500 mila euro in Sfera, società agricola innovativa che ha come obiettivo la costruzione di serre di grandi dimensioni altamente tecnologiche per la produzione e la commercializzazione di ortaggi coltivati con metodi idroponici. Fondata da Luigi Galimberti nel 2016, Sfera è una startup che ha sviluppato un sistema per utilizzare terra, acqua ed energia per migliorare la qualità e la sicurezza, sia dei prodotti che delle condizioni di lavoro del personale. Sfera è un progetto che sfrutta i vantaggi della coltivazione idroponica rispetto ai metodi tradizionali: il consumo di acqua è ridotto fino al 90% grazie all’irrigazione a goccia, la produzione è di 40 kg di prodotto per metro quadrato, vengono creati nuovi posti di lavoro nelle aree che ospitano le serre e il consumatore ha a disposizione un prodotto di qualità organolettica superiore. La prima serra è in via di realizzazione a Gavorrano (Grosseto) e ha un’estensione di 13 ettari.

© credits www.waterfood.it

 

Sette serre in 7 anni

«Siamo oltre il 50% della realizzazione della struttura. A fine gennaio inizieremo a trapiantare i primi pomodori – ha spiegato Galimberti – a metà aprile contiamo di avere il primo raccolto». Non solo Gavorrano. In programma «nei prossimi 7 anni la realizzazione di altre 7 serre. Sfera è una startup ed è nelle sue corde scalare». A proposito del round chiuso con Il Club degli Investitori ha detto. «E’ un riconoscimento importante. Al pari degli altri investimenti ci gratifica e ci qualifica».

Oltre Venture

Il primo a credere in questo progetto innovativo è stato Oltre Venture, fondo di venture capital italiano focalizzato su iniziative imprenditoriali di innovazione sociale, che ha messo a disposizione un primo seed di 150 mila euro (nel 2016) e ha poi guidato un aumento di capitale di 7 milioni di euro (nel 2017). A questi si sono aggiunti 11,4 milioni di euro da Bancaimpresa, l’istituto di credito per aziende del Gruppo Iccrea.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter