Questa startup trasforma le banane verdi in pasta | Green Banana

Un progetto a forte impatto sociale nato dall'intuizione dell'ugandese Sean Patrick. E' fra i 9 progetti del secondo programma di accelerazione di Startupbootcamp FoodTech di Roma

Produrre pasta senza glutine da banane verdi. Stringere accordi con i piccoli agricoltori dell’Uganda, che si occupano di colture ad alto contenuto di sostanze nutritive ma sottoutilizzate come banane verdi, legumi, amaranto. Fornire soluzioni innovative alle imprese agricole, in un’ottica sostenibile. Questa la mission di Green Banana, più esattamente di Green Banana Food Company, startup a forte impronta sociale fondata nel 2016 da Sean Patrick, registrata nei Paesi Bassi e in Uganda, e fra i 9 progetti del secondo programma di accelerazione di Startupbootcamp FoodTech, incubatore di foodinnovation, basato a Roma. Una selezione «arrivata nel momento giusto – ha sottolineato proprio Sean Patrick – dopo lo sviluppo del prodotto ora ci sentiamo pronti per il mercato». Nel team, oltre a Sean, ci sono Daniela Curion (food designer), Özge Ülke (digital marketing & business intelligence), Lamyae Barnak (nutrition & dietetics). 

Anche snack e dolci

«Durante i giorni della selezione – racconta Sean – ho preparato la nostra pasta per un gruppo di italiani. Non è andata male. Mi sono detto che se l’Italia ama la nostra pasta, il resto del mondo ne sarà sicuramente pazzo…». Al momento il team di Green Banana sta lavorando anche su prodotti di pasticceria e snack. “Entro la fine del percorso di accelerazione vogliamo lanciare 3 varietà di pasta. Stiamo lavorando per arrivare in 2 o 3 dei principali supermercati nei Paesi Bassi e in Italia».

La storia

Sean, cresciuto in una famiglia di coltivatori di banane verdi, si è trasferito a L’Aia per un master in agricoltura e studi ambientali presso l’International Institute of Social Studies (ISS). Poi ha lavorato in una ONG ad Amsterdam. «Quello che ho imparato è che la maggior parte dei progetti di aiuto non durano oltre il periodo di finanziamento – ha detto Sean – non è un modo sostenibile di sviluppo». Quindi la decisione di impegnarsi in un proprio progetto. Green Banana è stato accelerato nel 2016 per 5 mesi da Impact Booster, programma focalizzato su aziende innovative che contribuiscono al miglioramento del settore agricolo nei paesi emergenti.