Social eating, la londinese VizEat si mangia EatWith

Nuovo movimento nel mondo delle startup che si occupano di cibo e socialità: l’europea VizEat, attiva anche in Italia, acquisisce una gemella di base a San Francisco (con tanto di partnership con TripAdvisor). Misteriosi i contorni dell’accordo

Continuano i movimenti societari fra piattaforme di social eating. L’europea VizEat, che mette la gente intorno a un tavolo per consumare un pasto insieme, ha appena acquistato EatWith, una startup simile di base a San Francisco. E già questa singolarità geografica sarebbe una notizia: una volta tanto è il Vecchio Continente che si pappa una realtà interessante della Silicon Valley. Anche se, a dirla tutta, VizEat sarà europea solo per un paio d’anni visto che è di base a Londra.

L’accordo

I termini dell’accordo non sono stati resi noti. In ogni caso pare che EatWith porti in dote anche un cospicuo monte di finanziamenti: 8 milioni di dollari da sigle come Greylock Partners, già dal round di Serie A del 2014. Attiva anche in Italia – dove fa concorrenza alla nostrana Gnammo – VizEat dice di aver coinvolto 25mila host, cioè organizzatori, in 130 Paesi, con particolare successo proprio nei mercati per cui è stata realizzata una versione in lingua della piattaforma: Italia, Francia, Spagna, Cina senza contare ovviamente la lingua inglese.

La rete di partner

VizEat acquista EatWith in blocco – ha spiegato un portavoce al sito TechCrunchcompreso il sito e le altre attività. L’obiettivo è espandere l’offerta globale dell’esperienza immersiva con persone del posto”. Gli host di EatWith avranno accesso anche alla rete di partner globali di VizEat che fanno parte a vario titolo dell’industria turistica e dell’ospitalità.

La partnership con TripAdvisor

I fondatori di EatWith avrebbero già lasciato la startup mentre altri elementi importanti del gruppo, di base appunto a San Francisco ma anche in Israele, a Tel Aviv, entreranno a far parte della nuova realtà. A quanto pare arriveranno anche nuove assunzioni, per cui chi volesse muoversi nell’ambito del food sharing e del social eating è avvisato. Il colpo per VizEat è ottimo anche perché porta in casa la partnership, che continuerà, di EatWith con TripAdvisor, che è d’altronde fra i finanziatori.

Calenda: “Tassare i robot? Bisogna governare la rivoluzione” I temi del G7 e dell’I-7 di Torino

Si apre il sipario sulla “Innovation Week italian”: sei giorni alla Reggia di Venaria, nei quali i ministri si trovano per parlare di industria, scienza e lavoro. Parallelemente al G7 si è aperto anche l’I-7 il summit guidato da Diego Piacentini e che riunisce 48 esperti di innovazione provenienti da tutto il mondo

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

Parole O_stili, il manifesto per la cultura digitale arriva in classe

In pochi mesi è nato un movimento virale che vuole cambiare il modo di comunicare in rete. Il Manifesto si sta diffondendo nelle classi anche grazie alle agende che Mondadori Education ha realizzato in collaborazione con Parole O_stili

Cyber Mid Year Report, fra tendenze e nuove minacce. Le contromisure dell’Europa

La UE si mobilita con iniziative concrete per fare fronte ai continui attacchi informatici. Ecco cosa emerge dai report di metà anno di Cisco, Check Point, Security on Demand e della National Association of State Chief Information Officers (NASCIO)