I cannoli “fai da te” con ricotta fresca, a casa in 48 ore. L’e-commerce di Terra Siciliae

Terra Siciliae vende on line, oltre a diversi prodotti ispirati ai sapori della Sicilia, un kit per farcire i cannoli con ricotta di bufala fresca e non congelata. Il processo produttivo e il packaging sono stati studiati proprio dal team d’impresa

Chi, non abitando in Sicilia, di fronte a dei cannoli non si è lasciato tentare (a meno che non piacciano) e non si è chiesto come fare per poterli mangiare quando se ne ha voglia, senza rinunciare alla freschezza? La domanda è stata posta più volte ai fondatori di Terra Siciliae durante la partecipazione all’edizione 2015 di “Artigiano in Fiera”, dove presentavano i cannoli con ricotta di bufala (la tradizione vuole che sia di pecora): Emanuele Palumbo, Sebastiano Piazza, Francesco La Giglia e Anna Quartarone, tutti di Catania,

capiscono non solo che è arrivato il momento di vendere i loro prodotti on line ma anche di studiare una ricetta e un packaging che consentissero di spedire i cannoli in tutto il mondo, mantenendo intatta la freschezza della ricotta di bufala

Terra Siciliae sbarca così sull’e-commerce Artimondo (by Artigiano in Fiera) e, a novembre 2016, lancia il kit fai da te per farcire i cannoli: un box contenente dieci cialde, il sac à poche riempito con la ricotta e a cui tagliare solo la punta, granella di pistacchio e scaglie di cioccolato. La spedizione è garantita in 48 ore, per ora in Italia, Francia, Inghilterra e Germania e la shelf-life del prodotto arriva a 45 giorni. Emanuele Palumbo spiega a StartupItalia! come il team di Terra Siciliae ha individuato la ricetta e il packaging adatto alla vendita on line del kit.

Il team di Terra Siciliae: Sebastiano Piazza, Anna Quartarone, Emanuele Palumbo, Francesco La Giglia

Il team di Terra Siciliae: Sebastiano Piazza, Anna Quartarone, Emanuele Palumbo, Francesco La Giglia

I vostri cannoli “sfidano” un po’ la tradizione: perché la ricotta di bufala al posto di quella di pecora?
«Il principio che ispira il lavoro di Terra Siciliae è valorizzare la tradizione dei sapori di Sicilia cercando, allo stesso tempo, di innovarla, senza mai perdere di vista la qualità delle materie prime. Tutti i prodotti che realizziamo nei nostri laboratori seguono ricette che creiamo noi stessi, guidati dalle esigenze alimentari dei consumatori e dal supporto di tecnologi alimentari. Nel caso del cannolo con la ricotta di bufala, abbiamo iniziato a fare dei test e ci siamo accorti che la lavorazione permetteva di avere una crema dolce più vellutata, usando una percentuale di zucchero inferiore, che non supera il 22% – rispetto al 40% della crema con ricotta di pecora – e con un sapore molto delicato».

Ma come fa la ricotta a rimanere fresca per oltre 40 giorni?
«Io – risponde Emanuele – Sebastiano e Francesco siamo tre agronomi e le nostre competenze ci hanno aiutato a studiare e rendere fattibile un’innovazione nel processo produttivo: abbiamo verificato che la lavorazione a freddo abbassa la carica microbica e, assieme al sorbito di potassio (un fungicida più che un conservante), usato in percentuale bassissima (0,2%), allunga i tempi di conservazione, senza alterare le proprietà organolettiche. Siamo così diventati una delle poche aziende che vende cannoli non solo con la ricotta di bufala, ma anche fresca, perché nella maggior parte dei casi è congelata».

E i tempi trasporto non potrebbero danneggiare il prodotto?
«Abbiamo pensato anche a questo: nel nostro team c’è Anna che ha alle spalle un’esperienza imprenditoriale nel settore trasporti e logistica e con cui siamo riusciti a trovare una soluzione che garantisce la consegna del kit di cannoli entro 48 ore in Italia, Francia, Inghilterra e Germania. La freschezza del prodotto viene mantenuta da un packaging adeguato: un contenitore isotermico di polistirolo che contiene ghiaccio gel certificato».

Quanto conta l’e-commerce nel futuro del vostro modello di business?
«Terra Siciliae vende i suoi prodotti attraverso i canali tradizionali di distribuzione e l’e-commerce è, per ora, una parte dell’attività. All’inizio tutto è partito come una scommessa ma dal 2014, quando è nata l’azienda, a oggi siamo cresciuti anche grazie all’e-commerce, su cui vogliamo continuare a investire: a breve introdurremo un mini kit con cialde più piccole, per avere dei box con un quantitativo minore e un prezzo inferiore e con cui contiamo di raddoppiare le vendite entro Natale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Londra: Your.MD chiude un round da 10 milioni. E ha un management tutto italiano

Nuovo aumento di capitale per la startup guidata da Matteo Berlucchi, che offre consulenza medica a mezzo bot: le nuove risorse serviranno a potenziare l’intelligenza artificiale che fornisce le risposte e ad ampliare il network di partner

Con dalmiomedico.it i medici di famiglia portano online il loro ambulatorio

La piattaforma lanciata dal Centro medico Santagostino di Milano consente di prenotare le visite con un clic verificando l’orario pubblicato dai dottori. In questo modo vengono ottimizzati i tempi e si migliora il servizio ai pazienti

Made in Italy e Lifestyle | Le due call di LUISS Enlabs. Come applicare

Fino al 25 settembre le startup possono candidarsi alla nuova edizione del Programma di Accelerazione nel Tech Hub all’interno di Roma Termini. Ma c’è anche una seconda call for applications, verticale

La presidenza dell’UE passa all’Estonia | Una buona notizia per la rivoluzione digitale

Data Embassy e lega per la cyberdifesa, il Paese sul Baltico è uno dei più all’avanguardia nel rispondere alle minacce di hacker e terrorismo digitale. Il premier estone Juri Ratas: “I dati sono il prossimo carbone e acciaio”