Food Innovation Matching, la piattaforma che mette in contatto aziende e startup

Una piattaforma nata grazie alla collaborazione di Future Food e CIBUS, per mettere in connessione le aziende con le più interessanti realtà del settore agroalimentare

Una piattaforma dedicata alle aziende del settore agroalimentare, pensata per quelle imprese che vogliono innovare grazie alle migliori startup nazionali e internazionali del settore. Si chiama Food Innovation Matching ed è nata grazie alla collaborazione tra il salone dell’enogastronomia CIBUS e l’ecosistema della food innovation di Future Food. La piattaforma punta a migliorare l’efficienza dei processi di innovazione nel settore alimentare mettendo in connessione realtà imprenditoriali, startup e PMI. Questa nuova piattaforma si sviluppa con l’obiettivo di collegare le aziende con il network internazionale di competenze, talenti, centri di ricerca e hub fisici d’innovazione consolidatosi negli anni grazie ai programmi educativi di Food Innovation promossi da Future Food.

L’offerta di Food Innovation Matching accompagnerà le imprese del settore agroalimentare nella definizione dei bisogni di innovazione, nel co-design e nella prototipazione di nuovi modelli e nell’accelerazione di idee. Tutto questo operando con un modello triplice: Community, cioè lavorando alla strutturazione di ecosistemi imprenditoriali; Education, erogando programmi di formazione destinati agli executive; Innovation, attraverso il paradigma dell’open innovation, che innesca e favorisce collaborazioni tra le aziende e le startup. Food Innovation Matching riuscirà in questa sfida grazie alla più importante banca dati italiana di startup e PMI del settore, messa a disposizione da Future Food. Ogni azienda sarà accompagnata a interpretare nella maniera più completa e profonda il paradigma dell’open innovation per accelerare la creazione di valore e aprirsi a nuovi mercati globali.

“ Grazie alle diverse e molteplici esperienze sviluppate dall’ecosistema di Future Food abbiamo capito che l’innovazione è possibile solo con uno sforzo comune. Per questo abbiamo deciso di facilitare le opportunità di contaminazione tra il mondo della ricerca, delle startup e dell’impresa nella filiera agroalimentare” ha detto Sara Roversi, co-founder di Future Food, insieme ad Antonio Perdichizzi: “Food Innovation Matching offre alle aziende del settore agroalimentare soluzioni che rappresentano un’evoluzione nel modo di vivere, raccontare e quindi produrre e vendere il cibo. – spiega Perdichizzi – In particolare, l’area Innovation di FIM presenta per la prima volta un tool costruito su un database di migliaia di startup agritech categorizzate per settore e tecnologia. L’azienda dà l’input, FIM risponde con soluzioni innovative e concrete.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banca etica stanzia 90K per progetti di promozione culturale (per il crowdfunding)

Fino al 26 maggio è possibile partecipare alla selezione di 15 progetti da inserire sulla piattaforma di Produzioni dal Basso. Il bando è aperto a proposte di produzioni culturali che promuovono la sostenibilità sociale, ambientale o nuove forme di cittadinanza attiva

Ocean Cleanup ripulirà il Pacifico dalla plastica a partire dal 2018

La startup di Boyan Slat ha implementato una barriera galleggiane in grado di concentrare tutto l’inquinamento plastico e permetterne il recupero. Il sistema sarà impiegato nel Great Pacific Garbage Patch, uno dei più consistenti accumuli di immondizia marina al mondo

Impact Hub Milano cerca 5 startup a impatto sociale. IHM Acceleration

Fino al 25 giugno l’incubatore milanese concentrato sull’impact investing seleziona i cinque migliori progetti d’impresa nel campo dell’impatto sociale e ambientale e beneficiare di risorse in denaro e servizi in cambio di equity