Food Innovation Matching, la piattaforma che mette in contatto aziende e startup

Una piattaforma nata grazie alla collaborazione di Future Food e CIBUS, per mettere in connessione le aziende con le più interessanti realtà del settore agroalimentare

Una piattaforma dedicata alle aziende del settore agroalimentare, pensata per quelle imprese che vogliono innovare grazie alle migliori startup nazionali e internazionali del settore. Si chiama Food Innovation Matching ed è nata grazie alla collaborazione tra il salone dell’enogastronomia CIBUS e l’ecosistema della food innovation di Future Food. La piattaforma punta a migliorare l’efficienza dei processi di innovazione nel settore alimentare mettendo in connessione realtà imprenditoriali, startup e PMI. Questa nuova piattaforma si sviluppa con l’obiettivo di collegare le aziende con il network internazionale di competenze, talenti, centri di ricerca e hub fisici d’innovazione consolidatosi negli anni grazie ai programmi educativi di Food Innovation promossi da Future Food.

L’offerta di Food Innovation Matching accompagnerà le imprese del settore agroalimentare nella definizione dei bisogni di innovazione, nel co-design e nella prototipazione di nuovi modelli e nell’accelerazione di idee. Tutto questo operando con un modello triplice: Community, cioè lavorando alla strutturazione di ecosistemi imprenditoriali; Education, erogando programmi di formazione destinati agli executive; Innovation, attraverso il paradigma dell’open innovation, che innesca e favorisce collaborazioni tra le aziende e le startup. Food Innovation Matching riuscirà in questa sfida grazie alla più importante banca dati italiana di startup e PMI del settore, messa a disposizione da Future Food. Ogni azienda sarà accompagnata a interpretare nella maniera più completa e profonda il paradigma dell’open innovation per accelerare la creazione di valore e aprirsi a nuovi mercati globali.

“ Grazie alle diverse e molteplici esperienze sviluppate dall’ecosistema di Future Food abbiamo capito che l’innovazione è possibile solo con uno sforzo comune. Per questo abbiamo deciso di facilitare le opportunità di contaminazione tra il mondo della ricerca, delle startup e dell’impresa nella filiera agroalimentare” ha detto Sara Roversi, co-founder di Future Food, insieme ad Antonio Perdichizzi: “Food Innovation Matching offre alle aziende del settore agroalimentare soluzioni che rappresentano un’evoluzione nel modo di vivere, raccontare e quindi produrre e vendere il cibo. – spiega Perdichizzi – In particolare, l’area Innovation di FIM presenta per la prima volta un tool costruito su un database di migliaia di startup agritech categorizzate per settore e tecnologia. L’azienda dà l’input, FIM risponde con soluzioni innovative e concrete.”

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti