Startupbootcamp FoodTech cerca startup da accelerare, al via la call

C’è tempo fino al 18 luglio per candidarsi. Oltre al percorso di accelerazione è stato annunciato anche il FastTrack World Tour 2017: un tour di eventi che toccherà 11 capitali foodtech dove l’acceleratore incontrerà le migliori startup di settore

Ad un mese esatto dal Demo Day che ha portato 10 startup foodtech sul palco dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, l’acceleratore  capitolino Startupbootcamp FoodTech, lancia la call per il secondo ciclo di accelerazione per startup tecnologiche dell’industria agro-food. Non solo: oltre alla call per le startup è stato annunciato oggi anche il FastTrack World Tour 2017, un giro che porterà Startupbootcamp FoodTech per il mondo, attraverso 11 eventi, per incontrare le migliori startup foodtech: il tour farà tappa ad Amsterdam, Istanbul, Londra, Monaco di Baviera, Mumbai, New York, Parigi, San Francisco, Shanghai, Tel Aviv e, ovviamente, Roma. 

Il programma

Startupbootcamp FoodTech è il primo programma globale indipendente di accelerazione per startup del settore foodtech. Il programma è supportato da partner come  BarillaGambero RossoLVenture GroupMoniniCiscoM3 InvestimentiOrienta ed altri investitori, e offre l’accesso a competenze di settore nel corso di un programma intensivo di tre mesi. Startupbootcamp FoodTech fa parte della rete globale di acceleratori verticali Startupbootcamp: con 18 programmi, ciascuno con la propria specializzazione verticale, tra Amsterdam, Barcellona, ​​Berlino, Chengdu, Eindhoven, Istanbul, Londra, Miami, Mumbai, New York, Roma e Singapore, Startupbootcamp conta una rete di mentor e alumni in più di 30 paesi e ha accelerato più di 400 startup di cui il 73% ha raccolto finanziamenti per un totale di oltre 210 milioni di euro.

Startupbootcamp FoodTech offre:

  • Fino a 50 mila euro di capitale e oltre 450 mila euro in servizi offerti dai partner locali e globali;
  • l’accesso ad un network di oltre 120 mentor
  • 6 mesi di ospitalità (inclusi 3 mesi di accelerazione) presso gli uffici Startupbootcamp FoodTech situati a Roma in uno spazio interamente dedicato di 400 mq, presso lo Spazio M3.

“Il primo ciclo di accelerazione si è concluso con risultati record – ha detto Peter Kruger, CEO di Startupbootcamp FoodTech – Abbiamo ricevuto oltre 600 candidature da quasi 60 paesi. Abbiamo selezionato le migliori 10 startup, da 8 paesi diversi, tutte ora in procinto di chiudere i loro investimenti seed. Quest’anno puntiamo a crescere ancora di più. Per cominciare, quest’anno iniziamo allargando il nostro FastTrack World Tour a nuove destinazioni come Israele e Cina e offrendo anche più risorse alle startup che saranno ammesse al programma.”

Per fare l’application e presentare le proprie idee imprenditoriali, le startup da tutto il mondo avranno tempo fino al 18 luglio: la candidatura si invia da qui.

Il FastTrack World Tour

Di seguito le date e le città interessate dal tour di Startupbootcamp FoodTech:

Data Città Sede
5 Maggio Monaco di Baviera World Food Program
19 Maggio Amsterdam SBC Amsterdam
23 Maggio Parigi Danone
30 Maggio Istanbul SBC Istanbul
7 Giugno Londra Rainmaking loft
9 Giugno Shanghai Bitsxbites
13 Giugno Mumbai SBC Mumbai
26 Giugno NYC DWT
30 Giugno Silicon Valley Cisco
6 Luglio Tel Aviv Think Rise
11 Luglio Roma SBC FoodTech

 

 

 

 

Calenda: “Tassare i robot? Bisogna governare la rivoluzione” I temi del G7 e dell’I-7 di Torino

Si apre il sipario sulla “Innovation Week italian”: sei giorni alla Reggia di Venaria, nei quali i ministri si trovano per parlare di industria, scienza e lavoro. Parallelemente al G7 si è aperto anche l’I-7 il summit guidato da Diego Piacentini e che riunisce 48 esperti di innovazione provenienti da tutto il mondo

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

Parole O_stili, il manifesto per la cultura digitale arriva in classe

In pochi mesi è nato un movimento virale che vuole cambiare il modo di comunicare in rete. Il Manifesto si sta diffondendo nelle classi anche grazie alle agende che Mondadori Education ha realizzato in collaborazione con Parole O_stili

Cyber Mid Year Report, fra tendenze e nuove minacce. Le contromisure dell’Europa

La UE si mobilita con iniziative concrete per fare fronte ai continui attacchi informatici. Ecco cosa emerge dai report di metà anno di Cisco, Check Point, Security on Demand e della National Association of State Chief Information Officers (NASCIO)