Supermercato24 chiude la seconda parte del round da 3,3M, assume e investe al Sud

Supermercato24 ha chiuso la seconda parte del round annunciato a luglio. Investire al Sud e nei talenti, questi gli obiettivi della piattaforma online per il servizio di consegna di generi alimentari pensato per chi per chi non può andare al supermercato

E’ la seconda parte dell’operazione di aumento di capitale annunciata a luglio 2016 e di cui StartupItalia! ha dato notizia: 3,3 milioni di euro. Questo il round (in due parti, batch per usare il termine giusto) chiuso da Supermercato24, la piattaforma online di Enrico Pandian per il servizio di consegna di generi alimentari pensato per chi per chi non può andare al supermercato. Ad investire nella startup, Innogest, 360 Capital Partners, Rancilio Cube, IAG e Club Investitori Torino e Angels for Innovation. Risorse che Supermercato24 investirà in Sicilia, Campania e Puglia. «I finanziamenti raccolti – spiega comunque l’ad Federico Sargenti – non saranno usati solo per l’espansione del servizio ma anche per attrarre talenti. Gli investimenti infatti ci stanno aiutando anche a rafforzare il team e ad attirare persone qualificate. Recentemente abbiamo assunto profili da Google, Bain e in controtendenza con i trend recenti, stiamo facendo rientrare in Italia “cervelli” dall’estero e abbiamo ancora tante posizione aperte, che dovremo coprire per rafforzare il nostro business».

Supermercato24

Pandian, complimenti per la chiusura del round.

«Fatemi i complimenti quando faremo un exit».

I dettagli del round.

«Abbiamo chiuso un round di 3 milioni a luglio. Era diviso in due tranche e la seconda è appena stata conclusa».

Come utilizzerete queste risorse?

«Principalmente in assunzioni avere talenti in azienda è importantissimo per noi. Poi, inizieremo ad aprire anche al Sud, dove c’è molta richiesta da parte della grande distribuzione. Richiesta che c’è sempre stata e che non abbiamo mai soddisfatto: c’era troppa distanza geografica rispetto a Verona. Ora ci sono gli accordi anche per poterlo fare».

Dove?

«Sicilia, Campania e Puglia per iniziare».