Più voglia di fare e meno stanchezza: ecco cosa succede al fisico dopo un regime di detox

Eliminare le tossine introdotte nell’organismo attraverso l’alimentazione aumenta l’energia, diminuisce la stanchezza e migliora l’umore. Qulache rinuncia in cambio di uno stile di vita più sano e che alla lunga fa sentire meglio

«Lo zucchero è veleno». «Il glutine fa ingrassare». «Il caffè provoca tachicardia». Queste affermazioni sono solo alcune di quelle che gli appassionati della dieta salutista amano ripetere per giustificare le loro scelte alimentari. In parte hanno fondamento scientifico, in parte fanno riferimento anche a una moda che fa del “detox” l’unico modo per sentirsi meglio mangiando.

Più legumi e verdure

Ma cosa si intende con la parola “detox“? Si tratta di eliminare dall’alimentazione quotidiana latticini, zuccheri, glutine, caffè, uova, oli vegetali, alcol, dolcificanti artificiali. In pratica, tutte quelle sostanze che in un modo o in un altro vengono considerate dannose per l’organismo e per i quali dietologi e nutrizionisti consigliano in ogni caso moderazione nell’assunzione. In una dieta che faccia a meno di queste pietanze, entrano in maniera più consistente altre tipologie di cibi: legumi, carni bianche, pesce fresco, noci, patate, tè verde, vegetali in generale.

I benefici della dieta detox

A colazione quindi meglio preferire avena e tè verde a uova strapazzate e caffè. Per pranzo meglio mangiare un’insalata e a cena del pesce cucinato nel forno con della verdura. Nessuna possibilità di cedere alla voglia di snack e zuccheri a metà mattinata o nel primo pomeriggio. All’inizio questo regime alimentare appare difficile da sostenere, ma alla lunga chi lo ha provato come Stephanie Vozza di Fast Company assicura gli effetti benefici sull’organismo e anche sull’umore:

più energia, più voglia di fare, meno stanchezza.

E per quanto riguarda il miglioramento delle emozioni a seguito di una dieta più salutare arriva anche una giustificazione scientifica: «La produzione di serotonina che regola l’appetito, il sonno e l’umore avviene nell’intestino. Perciò il cibo che ingerisci non solo incide sui tuoi livelli di energia, ma anche sulle tue emozioni», scrive Megan Gilmore nel suo libro “No Excuses Detox: 100 Recipes to Help You Eat Healthy Every Day”.

Un modo per perdere anche peso

Il tentativo di chi conduce una dieta detox è quello di ridurre le tossine che vengono introdotte nell’organismo attraverso l’alimentazione in modo da non affaticare gli organi del corpo che hanno il compito di smaltirle. Uno studio pubblicato sul Journal of Medical Toxicology dimostra che determinate sostanze incidono anche sul peso: nella ricerca, i ratti esposti a insetticidi ingrassavano anche se il loro apporto calorico non aumentava. Per chi volesse dimagrire, quindi, meglio evitare digiuni e scelte alimentari drastiche per un limitato periodo di tempo che poi possono rivelarsi controproducenti. Meglio fare dei cambiamenti graduali per ottenere progressivi benefici e poi magari scegliere qualcuno dei cibi ai quali si è rinunciato per un periodo, ma di cui proprio non si vuole fare a meno.

 

Road to #SIOS17 | Musement: ecco come tre italiani hanno ripensato al modo di fare vacanza

Tre amici e un’intuizione geniale: storia della startup italiana che ripensa le esperienze di viaggio. In attesa del nuovo StartupItalia! Open Summit di dicembre 2017 intervista a Claudio Bellinzona di Musement, una delle dieci startup finaliste dell’ultimo SIOS

Brandless, il supermercato digitale senza marchi (dove costa tutto 3 dollari)

L’obiettivo è democratizzare l’accesso a prodotti di livello proponendo un prezzo corretto e sostenibile, dicono i fondatori. Al posto di loghi e marchi le principali caratteristiche dei prodotti. E presto arriveranno nuove linee, sempre a prezzo fisso e “no brand”

Android 8.0, nome in codice: Oreo

Rispettata la tradizione dei dolcetti anche nella nuova release del sistema operativo mobile di Google. Che porta in dote novità per velocità e sicurezza

Zooppa lancia il primo contest per video VR a 360°. Ecco come partecipare

C’è tempo fino al 16 ottobre, saranno selezionati i migliori video promozionali o di storytelling girati con tecnologia 360° e della durata massima di 120 secondi
Garmin è partner tecnologico dell’iniziativa e mette in palio 5 Camere VIRB 360

DevSecOps: lo sviluppo software agile attento alla sicurezza

Sviluppatori, esperti di sicurezza, reparto IT: tutti devono collaborare per creare software davvero sicuro. Un concetto che si concretizza nel DevSecOps, un modo moderno e veloce per arrivare dall’idea alla produzione senza correre rischi