Più voglia di fare e meno stanchezza: ecco cosa succede al fisico dopo un regime di detox

Eliminare le tossine introdotte nell’organismo attraverso l’alimentazione aumenta l’energia, diminuisce la stanchezza e migliora l’umore. Qulache rinuncia in cambio di uno stile di vita più sano e che alla lunga fa sentire meglio

«Lo zucchero è veleno». «Il glutine fa ingrassare». «Il caffè provoca tachicardia». Queste affermazioni sono solo alcune di quelle che gli appassionati della dieta salutista amano ripetere per giustificare le loro scelte alimentari. In parte hanno fondamento scientifico, in parte fanno riferimento anche a una moda che fa del “detox” l’unico modo per sentirsi meglio mangiando.

Più legumi e verdure

Ma cosa si intende con la parola “detox“? Si tratta di eliminare dall’alimentazione quotidiana latticini, zuccheri, glutine, caffè, uova, oli vegetali, alcol, dolcificanti artificiali. In pratica, tutte quelle sostanze che in un modo o in un altro vengono considerate dannose per l’organismo e per i quali dietologi e nutrizionisti consigliano in ogni caso moderazione nell’assunzione. In una dieta che faccia a meno di queste pietanze, entrano in maniera più consistente altre tipologie di cibi: legumi, carni bianche, pesce fresco, noci, patate, tè verde, vegetali in generale.

I benefici della dieta detox

A colazione quindi meglio preferire avena e tè verde a uova strapazzate e caffè. Per pranzo meglio mangiare un’insalata e a cena del pesce cucinato nel forno con della verdura. Nessuna possibilità di cedere alla voglia di snack e zuccheri a metà mattinata o nel primo pomeriggio. All’inizio questo regime alimentare appare difficile da sostenere, ma alla lunga chi lo ha provato come Stephanie Vozza di Fast Company assicura gli effetti benefici sull’organismo e anche sull’umore:

più energia, più voglia di fare, meno stanchezza.

E per quanto riguarda il miglioramento delle emozioni a seguito di una dieta più salutare arriva anche una giustificazione scientifica: «La produzione di serotonina che regola l’appetito, il sonno e l’umore avviene nell’intestino. Perciò il cibo che ingerisci non solo incide sui tuoi livelli di energia, ma anche sulle tue emozioni», scrive Megan Gilmore nel suo libro “No Excuses Detox: 100 Recipes to Help You Eat Healthy Every Day”.

Un modo per perdere anche peso

Il tentativo di chi conduce una dieta detox è quello di ridurre le tossine che vengono introdotte nell’organismo attraverso l’alimentazione in modo da non affaticare gli organi del corpo che hanno il compito di smaltirle. Uno studio pubblicato sul Journal of Medical Toxicology dimostra che determinate sostanze incidono anche sul peso: nella ricerca, i ratti esposti a insetticidi ingrassavano anche se il loro apporto calorico non aumentava. Per chi volesse dimagrire, quindi, meglio evitare digiuni e scelte alimentari drastiche per un limitato periodo di tempo che poi possono rivelarsi controproducenti. Meglio fare dei cambiamenti graduali per ottenere progressivi benefici e poi magari scegliere qualcuno dei cibi ai quali si è rinunciato per un periodo, ma di cui proprio non si vuole fare a meno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aumento di capitale da 30M per Satispay, già raccolti 14 milioni. Obiettivo: mercato estero

Risorse da record per la startup italiana dei pagamenti digitali fondata da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. I fondi raccolti saranno destinati all’internazionalizzazione del prodotto. A partire dalla Germania

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

La centrifuga di Iscleanair ripulisce l’aria dagli inquinanti senza usare filtri

La scaleup, che è inserita nel programma di accelerazione Eit Digital, propone un dispositivo in grado di migliorare la qualità degli ambienti interni ed esterni, sfruttando l’abbattimento in acqua. La sua soluzione può aiutare anche la rigenerazione urbana