Milka e Oreo assumono degustatori di cioccolato

Mondelez (che possiede tra gli altri Cadbury, Milka e Oreo) sta cercando a un assaggiatore di cioccolato che avrà il compito di riportare feedback onesti sui prodotti dolciari dell’azienda

Esiste il lavoro più bello del mondo? È difficile rispondere, ma siamo certi che esiste il più gustoso. Una delle marche di cioccolato leader nel mondo è alla ricerca di un degustatore professionale di cioccolata. Troppo bello per essere vero, ma è sacrosanta la realtà. Mondelez, multinazionale del settore alimentare che possiede, tra le altre, Cadbury, Milka e Oreo, sta cercando una figura professionale di cui si possa fidare per testare nuovi prodotti e riportare che cosa pensa e cosa ha provato assaggiandoli.

BRISTOL, ENGLAND - JANUARY 19: In this photograph illustration a bar of Cadbury's Dairy Milk chocolate is seen on January 19, 2010 in Bristol, England. The US food giant Kraft has today agreed a takeover of Dairy Milk maker Cadbury in a deal worth 11 billion GBP, however many Cadbury workers remained concerned over the longterm future of their jobs. (Photo by Matt Cardy/Getty Images)

Assaggiatori di tavolette

La persona scelta avrà il compito, invidiabile, di provare dolci, come il cioccolato di Cadbury. Il candidato ideale dovrà avere un palato sopraffino e fornire un feedback onesto sui loro prodotti. Il lavoro, con il titolo ufficiale di “Chocolate and Cocoa Beverage Taster”, richiede un impegno di sette ore e mezzo a settimana da distribuire tra il martedì e il giovedì . Il professionista si confronterà con 11 relatori e un panel leader in carica che già lavorano nella società. Il lavoro si svolgerà in delle apposite cabine sensoriali. Secondo la descrizione del lavoro, il degustatore dovrà essere in grado di fare un’analisi sensoriale, riconoscere il gusto del cioccolato nei prodotti  e nelle bevande, dare un obiettivo e onesto feedback sulla merce prima di metterla in commercio e confrontarsi con il team di relatori per condividere opinioni e collaborare per raggiungere l’apice del gusto.

Richieste passione per la pasticceria e buone papille gustative

Il lavoro del degustatore sarà la chiave per aiutare Mondelez a lanciare sul mercato un prodotto competitivo e completamente nuovo in tutto il mondo. Coloro che sono interessati alla posizione lavorativa devono avere una passione per la pasticceria, papille gustative super sviluppate per il rilevamento e soprattutto la voglia di provare nuovi prodotti. Secondo la pagina LinkedIn dell’azienda, si tratta di un lavoro entry level, quindi gli anni di esperienza per la degustazione del cioccolato potrebbero non essere necessari. Vi è venuta voglia di candidarvi? L’annuncio è sul sito dell’azienda.

eating-cadbury

Qual è la miglior serie tv sulle startup? Risponde Upday, l’app per le digital news. | VIDEO

Da “L’isola del tesoro” di Stevenson, alle gradi opportunità che offre Lisbona. L’app per digital news di Axel Springer punta forte sul mobile journalism e sulla qualità del proprio prodotto editoriale

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti