La startup che ti porta la colazione (stellata) a casa. Le Panier

La startup di Tommaso De Sanctis e Giovanna de Giglio ha lanciato una piattaforma di food delivery dedicata alla colazione: offre un servizio di colazione gourmet a domicilio a turisti, privati e professionisti

Consegnare una colazione da vero gourmet o anche un piccolo brunch. Direttamente a casa. E’ la mission di Le Panier, startup nata dall’idea di due giovani professionisti: lo chef Tommaso De Sanctis, formatosi nelle più importanti cucine stellate, e l’artista Giovanna de Giglio, curatrice di eventi internazionali in ambito artistico e musicale. Il servizio di colazione gourmet a domicilio serve la zona centrale di Roma (Borgo Pio, Ghetto, Prati, Rione Monti e Trastevere), ma ha un piano di sviluppo che mira a coprire l’intera città. Come funziona Le Panier? Si può ordinare la colazione in camera presso le Case Vacanze convenzionate (quasi 1000 le strutture raggiunte), a casa, in ufficio o anche per gli amici programmando l’orario di consegna, ambasciate, uffici. 

Le Panier

Tommaso De Sanctis, ideatore di Le Panier

Una super colazione nella comodità di casa tua

«Cura e qualità nella consegna sono il nostro imperativo – spiega Tommaso – il nostro packaging è progettato per garantire la freschezza dei prodotti e per una presentazione impeccabile delle nostre colazioni gourmet. In questo modo, è possibile vivere l’esperienza di una colazione appetitosa e attraente nella comodità della propria camera, in vacanza oppure in ufficio».
Per Giovanna «Le Panier
 nasce dal desiderio di riassaporare i ricordi d’infanzia, in particolare della fiaba di Cappuccetto Rosso che mia nonna raccontava con tutto il suo amore. Dalla minuziosa descrizione del contenuto del cestino della colazione di Cappuccetto Rosso, riuscivo a sentire il profumo delle frittelle alla cannella appena sfornate, dello zucchero, della glassa e persino delle scorze di arancia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit per Tilt, l’app di social payment comprata da Airbnb per 12 milioni

Airbnb ha versato 12 milioni in cash nelle casse startup che facilita lo scambio di soldi tra persone via mobile, ma tra decine in bonus per i fonunders e scambi di quote l’ammontare totale dell’operazione ammonterebbe a 60 milioni

«Amazon dominerà presto il fintech», dice un boss di Andreessen Horowitz

Secondo Alex Rampell, general partner della società di venture capital Usa che è tra i maggiori investitori (tra gli altri) di Facebook, Amazon (con già 23 milioni di utenti che usano la sua piattaforma di pagamento) ha una strategia precisa per dominare presto il fintech

Disney ha acquisito MakieLab, la startup della prima bambola stampata in 3D

MakieLab dal 2012 produce giocattoli con la fabbricazione digitale. La famosa casa di intrattenimento per bambini l’aveva già accolta nel suo programma di accelerazione nel 2015 e ora ne assorbirà tecnologia e piattaforma

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era