Il Ristorante Solidale di Just Eat contro gli sprechi alimentari

La piattaforma di food delivery ha lanciato una nuova iniziativa con comune di Milano, Caritas e Pony Zero per ridurre gli sprechi e redistribuire il cibo a chi ne ha bisogno

Just Eat, tra le principali piattaforme di food delivery in Italia (5.200 ristoranti affiliati in 400 comuni), ha lanciato una nuova iniziativa insieme al comune di Milano, alla Caritas Ambrosiana e a Pony Zero. Si chiama Ristorante solidale. L’obiettivo è ridurre gli sprechi e redistribuire il cibo a chi ne ha bisogno. Dell’iniziativa fanno ovviamente parte anche alcuni ristoranti partner. E’ in pratica il primo progetto di food delivery solidale su scala nazionale. Si partirà a gennaio e presto anche Roma sarà interessata, così come altre città. Pony Zero si occuperà delle consegne e dei ritiri di cibo ed eccedenze dalla rete di ristoranti aderenti, che si spera sempre più numerosa, per trasportarli a domicilio in alcuni punti caldi identificati insieme alla Caritas.

7_just-eat_delivery

Milano, i ristoranti aderenti

Sul capoluogo meneghino hanno già aderito una dozzina di ristoranti: dal giapponese Kombu, ai tre negozi di C’era una volta una Piada e ancora Lapa Milano (Ristorante brasiliano), Tram (Laboratorio del tramezzino Veneziano), i due ristorante Il bue e la Patata e 4 store della catena Panini Crocetta da pochissimo entrati nel circuito Just Eat e «già felici» di aderire a Ristorante solidale, fanno sapere da Just Eat.

Eccedenze alimentari

Cosa faranno i locali aderenti? Semplice. Prepareranno, in corrispondenza di un calendario di appuntamenti prefissati, eccedenze alimentari comprendenti materie prime non lavorate, prodotti freschi, pane, prodotti integri non utilizzati, pronti per essere ritirati e consegnati in luoghi come il Refettorio ambrosiano. Non solo: Just Eat potrà effettuare degli ordini speciali da consegnare altrove, sempre in un luogo identificato da Caritas. Dovunque ce ne sia necessità.

ste7211

Il Refettorio Ambrosiano di Milano

Il valore di azioni solidali

«Siamo molto orgogliosi di annunciare la nascita di questo progetto in collaborazione con PonyZero, a cui ci affidiamo per tutta la parte logistica, e a un partner serio e impegnato come Caritas Ambrosiana poiché per noi, che lavoriamo nel mercato dei servizi per ordinare cibo a domicilio, il food rappresenta una risorsa preziosa il cui valore è inestimabile – ha spiegato Daniele Contini, country manager di Just Eat in Italia – la Fao ha calcolato che ogni anno si sprecano 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, pari a un terzo della produzione totale destinata al consumo umano. Sono cifre pazzesche. Con Ristorante solidale vogliamo contribuire insieme ai ristoranti a sensibilizzare anche la città e le istituzioni sull’impatto negativo generato dalle perdite alimentari e diffondere maggiore consapevolezza sul valore di azioni solidali».

Contro lo spreco alimentare

Il progetto nasce in linea con legge contro lo spreco alimentare approvata lo scorso agosto e dedicata a favorire, a fini di solidarietà sociale, il recupero e la donazione di beni alimentari, farmaceutici e di altri prodotti in favore di soggetti che operano senza scopo di lucro. Tutte le informazioni sull’iniziativa, le modalità di adesione e le città in cui man mano sarà attivata sono disponibili QUI.

Road to #SIOS17 | Musement: ecco come tre italiani hanno ripensato al modo di fare vacanza

Tre amici e un’intuizione geniale: storia della startup italiana che ripensa le esperienze di viaggio. In attesa del nuovo StartupItalia! Open Summit di dicembre 2017 intervista a Claudio Bellinzona di Musement, una delle dieci startup finaliste dell’ultimo SIOS

Brandless, il supermercato digitale senza marchi (dove costa tutto 3 dollari)

L’obiettivo è democratizzare l’accesso a prodotti di livello proponendo un prezzo corretto e sostenibile, dicono i fondatori. Al posto di loghi e marchi le principali caratteristiche dei prodotti. E presto arriveranno nuove linee, sempre a prezzo fisso e “no brand”

Android 8.0, nome in codice: Oreo

Rispettata la tradizione dei dolcetti anche nella nuova release del sistema operativo mobile di Google. Che porta in dote novità per velocità e sicurezza

Zooppa lancia il primo contest per video VR a 360°. Ecco come partecipare

C’è tempo fino al 16 ottobre, saranno selezionati i migliori video promozionali o di storytelling girati con tecnologia 360° e della durata massima di 120 secondi
Garmin è partner tecnologico dell’iniziativa e mette in palio 5 Camere VIRB 360

DevSecOps: lo sviluppo software agile attento alla sicurezza

Sviluppatori, esperti di sicurezza, reparto IT: tutti devono collaborare per creare software davvero sicuro. Un concetto che si concretizza nel DevSecOps, un modo moderno e veloce per arrivare dall’idea alla produzione senza correre rischi