La scatola che ti fa cucinare come uno chef. My Cooking Box

Il progetto di Chiara Rota, accelerato a SpeedMiUp, ha chiuso alla fine di novembre 2016 una campagna di equity crowdfunding, raccogliendo 200 mila euro

Cucina tradizionale di qualità, zero sprechi, zero eccessi. Materie prime selezionate e ricette tipiche della tradizione italiana, testate da chef, contenute in un box regalo assemblato con lo stesso valore di artigianalità degli ingredienti. Anche i condimenti contenuti all’interno delle box sono nelle giuste dosi, per cucinare senza nessun eccesso di cibo e ottenere un piatto con il giusto equilibrio nutrizionale. E’ il progetto di My Cooking Box, una scatola che contiene tutti gli ingredienti, nelle giuste dosi per realizzare un piatto regionale italiano.

Leggi anche: My Cooking Box cercava soci per 50K in equity crowdfunding, ne raccoglie più del doppio

 

mycookingbox

200 mila euro raccolti

«Con una ricetta firmata dallo chef», dice subito il ceo Chiara Rota, che ha sviluppato il progetto insieme a Francesca Pezzotta e Alessandro Riva. La startup ha concluso alla fine di novembre una campagna di equity crowdfunding, raccogliendo 200 mila euro. «My Cooking Box è un’ottima alternativa al classico cesto natalizio» aggiunge Chiara. Non solo un regalo per chi apprezza la buona cucina, «ma anche per chi vuole imparare a cucinare». Tra i box, quelli per cucinare le busiate alla siciliana in grano biologico, o i mezzi paccheri di Gragnano con la ventresca di tonno e pomodoro sardo (ricetta campana). «Così c’è la possibilità di trovare e provare ingredienti e tipicità nuove, e di imparare a cucinare». E i bambini apprezzano non poco. «Spesso – racconta Chiara – sono i papà a regalare il box ai figli. In questo modo cucinare diventa un bel momento in famiglia». Con Chiara Rota abbiamo parlato anche della campagna di equity crowdfunding. «Abbiamo chiuso a 200 mila euro, il 30 novembre – dice soddisfatta – al di là delle risorse, siamo soddisfatti delle collaborazioni che abbiamo raccolto. Tra cui un’importante società di comunicazione».

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti