In questo ristorante si mangiano solo cibi stampati in 3D (e il menu costa 300 euro)

Per tre giorni a Londra Food Ink organizza una cena speciale (stellata), con pietanze prodotte da una stampante multimateriale

Londra, capitale dell’innovazione anche in cucina, si prepara ad ospitare il primo ristorante dedicato a una vera rivoluzione del food: il cibo stampato in 3D. A capo del progetto c’è Food Ink. Appuntamento presso Dray Walk in Storeditch, nel cuore del distretto creative e hi-tech di Londra. Ma solo 25, 26 e 27 luglio. Nel ristorante verranno servite solo pietanze stampate in 3D, “un’esperienza gourmet unica… dove la cucina incontra l’arte, la filosofia e le tecnologie del futuro”, fanno sapere dall’azienda. Per l’inaugurazione in programma anche proiezioni, musica composta sul posto in tempo reale. Il tutto in un ambiente immersivo di tecnologia, design, food. Le stampanti saranno realizzare da 3D by Flow, azienda che ha iniziato ad lavorare nel 2014 creando Focus, la prima stampante 3D multi-materiale. Sono disponibili solo 10 coperti a serata. Le prevendite si sono aperte il 15 luglio. A partire dalle 19.30 di ognuno dei tre giorni di apertura sarà possibile assaggiare il cibo del futuro.

food ink

Il founder di Food Ink Marcio Barradas, Joel Castanye (proprietario ed Executive Chef di La Boscana Restaurant , Lleida, Spagna), e Floris Hoff (inventore della Flow Focus 3D-printers)

3o0 euro per 9 portate

Le cena costerà 300 euro e prevede 9 portate. L’intera esperienza sarà trasmessa in streaming così che le persone a casa possano guardare i clienti consumare queste innovative pietanze. Ad essere stampato in 3D non sarà solo il cibo, ma anche tavoli, posate e sedie saranno realizzate con lo stesso procedimento. Il menu sarà a affidato a Antony Dobrzensky e Marcio Barradas, chef del ristorante La Boscana. Per i loro piatti i due professionisti suggeriscono esperienze che vanno oltre il semplice mangiare e coinvolgeranno anche la realtà virtuale per offrire «uno scorcio coinvolgente ed emozionante del futuro».

Presto anche a Roma e Torino

Sarà possibile seguire l’appuntamento di inaugurazione anche in streaming sul sito Food Ink. Il piano dell’azienda inoltre è di espandere i propri ristoranti da Londra in altre città: Berlino, Dubai, Seoul, New York. In Italia le prime tappe saranno Roma e Torino.

Calenda: “Tassare i robot? Bisogna governare la rivoluzione” I temi del G7 e dell’I-7 di Torino

Si apre il sipario sulla “Innovation Week italian”: sei giorni alla Reggia di Venaria, nei quali i ministri si trovano per parlare di industria, scienza e lavoro. Parallelemente al G7 si è aperto anche l’I-7 il summit guidato da Diego Piacentini e che riunisce 48 esperti di innovazione provenienti da tutto il mondo

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

Parole O_stili, il manifesto per la cultura digitale arriva in classe

In pochi mesi è nato un movimento virale che vuole cambiare il modo di comunicare in rete. Il Manifesto si sta diffondendo nelle classi anche grazie alle agende che Mondadori Education ha realizzato in collaborazione con Parole O_stili

Cyber Mid Year Report, fra tendenze e nuove minacce. Le contromisure dell’Europa

La UE si mobilita con iniziative concrete per fare fronte ai continui attacchi informatici. Ecco cosa emerge dai report di metà anno di Cisco, Check Point, Security on Demand e della National Association of State Chief Information Officers (NASCIO)