Questa startup norvegese produce cibo per pesci e vince 100k. MiniPro

Il progetto di Ingmar Høgøy si aggiudica un milione di corone norvegesi all’Angel Challenge Bergen Finale (Startup Extreme 2016)

Angel Challenge è un programma di accelerazione di due mesi dedicato agli investitori. Ogni anno organizza Startup Extreme, tre giorni a Bergen con investitori, media, aziende. All’interno dell’appuntamento l’Angel Challenge Bergen Finale, un contest dedicato alle migliori startup tecnologiche, che quest’anno ha messo in palio un milione di corone norvegesi (circa 100 mila euro). Ad aggiudicarselo MiniPro, azienda che si occupa di produrre alimenti per gli avannotti, i pesci appena nati, sfruttando le potenzialità dell’acquacoltura. La startup, che non ha nemmeno un sito Internet, è riuscita a sbaragliare progetti che si davano già per vincenti, come MillaSays, startup che progetta applicazioni per i bambini con difficoltà di linguaggio, e Easybnb, startup che strizza l’occhio ad Airbnb. Come ha sottolineato recentemente l’Unione Europea in un paper, l’acquacoltura rappresenta uno dei mercati più floridi nel futuro, non solo esistono numerosi fondi a cui possono accedere startup e aziende decise a investire sul settore, ma in Italia il mercato è ancora per buona parte scoperto e  sono diverse le opportunità da cogliere.

MInipro


Ingmar Høgøy, CEO di MiniPro – credits twitter.com

Uno stile diverso di innovazione

La scelta di premiare MiniPro sembra mettere in luce la volontà della Norvegia di di voler investire nei settori dove la nazione presenta mercati già consolidati: oil & gas, settore logistico e ittico. Una scelta di questo tipo può essere particolarmente sensata, perché gli imprenditori conoscono i mercati di riferimento e possono eventualmente cogliere segmenti scoperti  o per cui l’offerta non è adeguata alle richieste di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit per Tilt, l’app di social payment comprata da Airbnb per 12 milioni

Airbnb ha versato 12 milioni in cash nelle casse startup che facilita lo scambio di soldi tra persone via mobile, ma tra decine in bonus per i fonunders e scambi di quote l’ammontare totale dell’operazione ammonterebbe a 60 milioni

«Amazon dominerà presto il fintech», dice un boss di Andreessen Horowitz

Secondo Alex Rampell, general partner della società di venture capital Usa che è tra i maggiori investitori (tra gli altri) di Facebook, Amazon (con già 23 milioni di utenti che usano la sua piattaforma di pagamento) ha una strategia precisa per dominare presto il fintech

Disney ha acquisito MakieLab, la startup della prima bambola stampata in 3D

MakieLab dal 2012 produce giocattoli con la fabbricazione digitale. La famosa casa di intrattenimento per bambini l’aveva già accolta nel suo programma di accelerazione nel 2015 e ora ne assorbirà tecnologia e piattaforma

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era