Uova, polpo, aringhe: 6 colazioni di successo (di Mark, Jeff, Jack…)

Uova, frutta, muesli ma anche polpo con patate o aringhe: sono i menu mattutini dei ceo delle grandi aziende. Da Branson a Zuckerberg, Dorsey, Bezos, Bachelder e Kadakia: 6 colazioni di successo

Che la sveglia sia presto o tardi di mattina, il consiglio che vale sempre è quello di fare una ricca colazione. Serve a dare il giusto apporto di zuccheri al corpo e a cominciare bene la giornata. Così dicono i nutrizionisti. Ognuno, però, ha la sua routine mattutina e non tutti hanno la stessa idea di cosa bisogna fare e, soprattutto, di cosa bisogna mangiare appena saltati giù dal letto.

colazione

Sarà utile guardare quindi a quello che mangiano i personaggi di successo, raccolti da Inc.com. In realtà, spesso, nei loro rituali della mattina il cibo occupa un posto secondario dopo la meditazione, le telefonate di lavoro e l’interazione con i clienti. Ecco le preferenze di chi alla colazione sceglie di non rinunciare.

1. Richard Branson

virgin_branson_pri

Il fondatore di Virgin si sveglia alle 5 ogni mattina. Fa dell’esercizio fisico e passa del tempo con la sua famiglia prima di iniziare a lavorare. La sua colazione consiste in una macedonia di frutta e muesli. E nei giorni un po’ insoliti, si butta su un’aringa affumicata.

2. Jack Dorsey

twitter_jackdorsey_pri

Due uova sode ricoperte di salsa di soia. Una colazione sostanziosa per il creatore di Twitter che si sveglia di solito all’alba. Nella sua vita imprenditoriale, però, non c’è solo il social network cinguettante, ma anche la società di pagamento su mobile Square. E c’è chi ha ipotizzato che quelle due uova servano a ricordargli la sua partecipazione in due consigli di amministrazione. Accompagna il tutto con un caffè che si prepara da solo a casa.

3. Cheryl Bachelder

cherylbadelcher_pri

Quando sei a capo di una catena di fast food che serve sopratutto pollo fritto, sembra strano pensare che tu possa mangiare anche dell’altro. Ma Cheryl Bachelder sembra preferire la varietà nelle sue colazioni e ama distinguere tra quello che mangia di solito e quello che sceglie quando è in viaggio. Nelle giornate normali mangia fiocchi di avena, di quelli che inglesi usano nel porridge. Una colazione tradizionale e salutare, quindi. Quando invece è fuori per lavoro, il Ceo di Popeye Lousiana Chicken preferisce qualcosa di più calorico: uova strapazzate, pancetta croccante e toast di segale. È una questione di creatività: non accontentarsi sempre dello stesso pasto aiuta ad essere aperti anche alle novità imprenditoriali.

4. Payal Kadakia

payalkadakia_pri

Payal Kadakia, Ceo della rete di scuole di fitness ClassPass, è prima di tutto una ballerina. La sua colazione è frettolosa e consiste in vitamine e frutta mentre esce di casa. A questo aggiunge un tè verde al sapore di agrumi preso da Starbucks.

5. Mark Zuckerberg

facebook_zuckerberg_pri

Il fondatore di Facebook non si preoccupa molto di quello che mangia. E in questo conferma l’opinione comune che lo vede sempre impegnato e concentrato sui suoi affari milionari. Alla domanda riguardo al suo menu mattutino, la sua risposta è vaga e onnicomprensiva: «Qualsiasi cosa». Quello che gli capita a tiro, o semplicemente quello che gli viene servito.

6. Jeff Bezos

amazon_bezos_pri

Pare che il numero uno di Amazon sia disposto ad annullare qualsiasi appuntamento di lavoro per fare colazione con sua moglie. Un suo appuntamento di mattina a colazione ha, però, fatto riflettere. Nel 2010 quando ha incontrato Matt Rutledge che ha venduto Woot ad Amazon, Bezos ha ordinato una colazione esotica: polpo con patate, aglio e un uovo. E ha giustificato la sua scelta come una mossa simbolica della sua strategia aziendale. Rivolgendosi a Rutledge avrebbe detto: «Quando ho guardato al menu, tu eri la cosa che non capivo, la cosa che non avevo mai mangiato. Dovevo mangiare il polpo a colazione». Una metafora aziendale, certo. E anche una coraggiosa scelta alimentare.