Redazione

Redazione

Mag 18, 2016

La Bbc risparmia e taglia le ricette dal sito: scoppia la rivolta

Alle prese con tagli e risparmi, la tv pubblica britannica razionalizza e prevede di eliminare dal sito Internet le ricette. Che però sono tanto amate dagli inglesi. Tanto che è subito diluvio di proteste (che arrivano persino a Cameron...)

Una vera e propria rivolta, perché tutto, ma le ricette sul web non si toccano. Così nel Regno Unito in pochi giorni sono state raccolte oltre 100mila firme in una petizione ideata per far cambiare idea alla Bbc sul destino del suo sito Internet di ricette, che i tempi di austerità stanno per portare allo spegnimento. Ma che sta facendo venire un autentico mal di pancia agli inglesi (e facendo tornare indietro sulla decisione).

bbc_ricette_1

I risparmi (sulle ricette) della Bbc

Insomma un disastro. La notizia è stata resa nota solo pochi giorni fa: la televisione pubblica britannica per risparmiare ha appunto deciso di oscurare il suo sito di ricette culinarie e di non aggiornarlo più. Ma la cosa è stata subito considerata come un vero affronto per i britannici, in un paese, il Regno Unito, che ha chef in televisione a tutte ore del giorno e che su alcuni di essi, come Jamie Oliver o Nigella Lawson, ha costruito dei veri e propri miti internazionali. L’obiettivo della Bbc è di risparmiare almeno 15 milioni di sterline, circa 19 milioni di euro al cambio attuale. Ma c’è chi è convinto che ora, dopo la sollevazione popolare, il servizio pubblico tv del Regno Unito possa appunto rivedere la sua decisione.

bbc_ricette_2

Addirittura un caso politico

E non è tutto. La decisione della Bbc è diventata persino un caso politico, con il governo ombra del Labour che ha accusato l’esecutivo conservatore guidato da David Cameron di voler depotenziare la televisione pubblica. Il tutto, appunto, in un periodo in cui lo stesso governo cerca di promuovere, almeno apparentemente, stili di vita più sani e mediterranei contro piaghe nordiche come l’obesità e l’alcolismo. Tanto per fare un esempio, recentemente  Westminster ha varato la nuova tassa sulle bibite zuccherate voluta dal governo. Tassa salutata proprio dal suo fan principale, il popolarissimo chef Jamie Olivercon una video esultanza di fronte al parlamento inglese andata su Facebook. Dove, naturalmente, è stata seguita da centinaia di migliaia di suoi follower,