McDonald’s, in Giappone via al test per le patatine al cioccolato

McDonald’s si lancia, in Giappone, in un inedito accostamento delle sue famose patatine fritte, condite con cioccolato. E in Italia sta arrivando anche il Gluten Free Burger

Golosoni di tutto il mondo, questa notizia è per voi. McDonald’s ha dato il via alla sperimentazione delle sue famose patatine condite non con ketchup o maionese, bensì cioccolato. Sì, avete capito bene: cioccolato. La commistione di sapori dolci e salati è rimasta finora inesplorata nell’ambito della ristorazione da fast food e, se dovesse passare la prova nel paese del Sol Levante, potrebbe essere proposta anche su altri mercati.McChoco Fries McDonald's

McChoco Potato

La filiale asiatica della multinazionale ha pensato una guarnizione a base di cacao e cioccolato bianco per le proprie patatine fritte. Il nuovo prodotto si chiamerà McChoco Potato. La sperimentazione è in corso. Stando alla multinazionale fondata nel 1955 da Ray Kroc, la nuova pietanza potrebbe essere perfetta per un goloso snack o anche “consumata come dessert”. Il prodotto avrà un’esistenza limitata nel tempo e rappresenta “un modo creativo di gustare le deliziose patatine di McDonald’s”. Non è la prima volta che l’azienda propone in Giappone una variazione sulle sue famose patatine. Infatti in precedenza i consumatori dell’isola avevano avuto l’opportunità di testare le Shaka Shaka Potato, guarnite con salsa di formaggio e bacon.

Le perdite economiche

Il comparto giapponese di McDonald’s è stato colpito lo scorso anno da due grandi scandali. Il primo riguarda la sicurezza alimentare di alcuni prodotti: nei fast food asiatici infatti sono state venduti merci avariate. Il secondo riguarda il ritrovamento in alcuni prodotti di componenti pericolose per la salute dell’uomo, ovvero pezzi di plastica. Durante tutto il 2015 McDonald’s ha affrontato pesanti perdite economiche e, stando al Japan Times, la multinazionale – che possiede il 50% delle azioni della consociata giapponese – starebbe cercando di diminuire la sua quota di proprietà.

mcdonalds_fries_pri

Presto in Italia il Gluten free burger

McDonald’s che nel 2015 ha avviato – sempre in Giappone – l’hamburger al carbone vegetale e in Italia (dopo aver dimostrato ai consumatori di poter preparare panini da gourmet) sta per lanciare – da metà febbraio – il Gluten Free Burger, cerca di riguadagnare il terreno perso nello scorso anno e di ripianare le pesanti perdite economiche che hanno afflitto i bilanci. La chiusura dei 700 punti vendita nel mondo fa presagire una crisi più ampia. I nuovi prodotti proposti – come l’hamburger gluten free – mirano a conquistare nuove nicchie di mercato. Infatti, almeno in Italia, le persone che mangiano cibi senza glutine sta subendo una crescita importante, registrando un +15% in soli due anni, dal 2012 al 2014. Il core business per questo prodotto sembra essere nel Nord Italia, dove vive il 50% di questi consumatori.

Ti potrebbe interessare anche

Dall’hamburger nero alla pizza con gli hot dog: quando i grandi brand giocano col cibo

Burger colorati, pizze deturpate, pietanze ridotte a sciocchi idoli del marketing, dalle catene di fast food in giù: ma le nostre nonne non ci avevano insegnato a non scherzare col mangiare?

La rivincita di McDonald’s: il loro hamburger scambiato per un panino gourmet

Un panino realizzato con la ricetta dello chef o l’hamburger del fast food? I clienti non notano la differenza. Ecco l’esperimento di McDonald’s per dimostrarci che mangiamo con gli occhi

Hacking sushi, i rotolini per chi non ne può più di tonno e salmone

Se le fettine di pesce inzuppate nella soia e condite dal wasabi vi hanno stancato ma vi piace mangiare i bocconcini con mani e bacchette ecco il pizza sushi e il tiramisushi. Avvertenza: foto sconsigliate ai puristi

Calenda: “Tassare i robot? Bisogna governare la rivoluzione” I temi del G7 e dell’I-7 di Torino

Si apre il sipario sulla “Innovation Week italian”: sei giorni alla Reggia di Venaria, nei quali i ministri si trovano per parlare di industria, scienza e lavoro. Parallelemente al G7 si è aperto anche l’I-7 il summit guidato da Diego Piacentini e che riunisce 48 esperti di innovazione provenienti da tutto il mondo

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

Parole O_stili, il manifesto per la cultura digitale arriva in classe

In pochi mesi è nato un movimento virale che vuole cambiare il modo di comunicare in rete. Il Manifesto si sta diffondendo nelle classi anche grazie alle agende che Mondadori Education ha realizzato in collaborazione con Parole O_stili

Cyber Mid Year Report, fra tendenze e nuove minacce. Le contromisure dell’Europa

La UE si mobilita con iniziative concrete per fare fronte ai continui attacchi informatici. Ecco cosa emerge dai report di metà anno di Cisco, Check Point, Security on Demand e della National Association of State Chief Information Officers (NASCIO)