Eccellenze made in Sicilia: SanLorenzo Mercato, un gastro-hub a Palermo

Nove botteghe, eccellenze gastronomiche della Sicilia, filiera cortissima. Ma anche ristorazione e hub culturale con showcooking, chef e degustazioni. L’esempio (a Palermo) di SanLorenzo Mercato

Si chiama SanLorenzo Mercato ed è, di fatto, la Sicilia del food a chilometro zero, che viaggia in cucina tra prodotti tipici, bio ed eccellenze gastronomiche locali. Un mercato coperto che non ospita solo cibo, ma è capace anche di inventarsi hub culturale. Nato al 288 di via San Lorenzo, a Palermo, nei locali di un’antica agrumaria Anni Quaranta, SanLorenzo Mercato ospita 9 botteghe e una selezione di circa 2800 prodotti (di cui il 40% freschi di giornata) da 250 fornitori scelti rigorosamente su tutto il territorio siciliano. Insomma, gusto, filiera corta, sostenibilità.

Il SanLorenzo Mercato a Palermo

Il SanLorenzo Mercato a Palermo

Mangiare e fare la spesa

A SanLorenzo Mercato naturalmente si può fare la spesa ma anche mangiare sul posto pietanze cucinate espresse dalle botteghe, secondo ricette della tradizione locale: Caffè (Pasticceria-Gelateria-Torrefazione); Forno; Frutta e Verdura; Carnezzeria; Pescheria; Vineria; Salumeria; Friggitoria; Osteria. Tutte comunque con la propria identità, la propria tradizione e l’attenzione alla filiera produttiva e alla stagionalità. Nelle botteghe si può acquistare al banco i prodotti freschi e freschissimi da portare a casa, ma anche scegliere di consumarli sul posto grazie ai menu del giorno di ogni bottega, costruiti quotidianamente a partire dai prodotti di stagione disponibili.

Hub (di gusto) culturale

Ma il cibo è trainante anche verso la cultura: Sanlorenzo Mercato è anche un vero e proprio hub culturale che sforna 150 eventi all’anno, tra showcooking, presentazioni, degustazioni, corsi e lezioni di cucina con chef ed enologi, ma anche concerti, cinema, reading e spettacoli per grandi e piccini, che a Sanlorenzo, sono considerati ospiti speciali: per loro vengono organizzati ogni settimana laboratori didattici, visite scolastiche, giochi ed esperienze formative per veicolare i valori della corretta alimentazione e del mangiare consapevole. Il tutto inserito in una rivisitazione architettonica dell’architetto Chiara Mazzarella, con inserti di moderno sull’antico, un orto-giardino con un grande portico,piante aromatiche e da frutto. Insomma, una struttura ched vive di vita propria e raccoglie fondendole le più interessanti realtà enogastronomiche della Sicilia (presidi Slow Food) e gli esempi delle eccellenze della biodiversità siciliana, che i suoi 29 prodotti tra Dop e Igp.

L'interno di SanLorenzo Mercato a Palermo

L’interno di SanLorenzo Mercato a Palermo

Il rapporto con i produttori locali

Il segreto è nella filiera corta, a chilometro zero. “La chiave è il rapporto diretto con i produttori locali”, dice Dario Mirri, ideatore di SanLorenzo Mercato “In Sicilia c’è una realta’ produttiva eccezionale, che però non ha spesso forza e strutture per raggiungere il mercato. SanLorenzo si propone come vetrina e collettore per queste realtà, senza intermediari. Così si azzera la filiera e si garantisce un prodotto di grande qualità a un prezzo accessibile, come anticamente succedeva nei mercati storici”.

Ti potrebbe interessare anche

Il grano antico? E’ il futuro (ma per la legge non esiste)

In Sicilia la famiglia Drago produce farine di qualità, puntando su tradizione del grano antico e molitura a pietra. Una sfida alla crisi e al ritardo della normativa italiana ed europea

Crocché, mappa (web) dello street food palermitano nel mondo

Una community da 12mila persone e oltre 500 luoghi segnalati in una mappa interattiva online. Su Crocché non solo ricette da street food, ma anche cultura, storie popolari e tradizioni gastronomiche

Arancini perfetti in 10 secondi? Ecco la ricetta di una nuova azienda siciliana

Tra tradizione e innovazione un cuoco messinese ha messo a punto uno strumento per realizzare crocchette da esportare in tutto il mondo

Le finaliste di .itCup2017: Ludwig e i segreti della lingua inglese a portata di click

La piattaforma corregge le frasi scritte dall’utente confrontandole con fonti dall’elevata attendibilità. Oltre 40mila accessi al giorno da 200 Paesi diversi. E presto uscirà la versione Premium