L’ultima nata si chiama ArrostApe, dedicata all’arrosticino da street food

Dopo PolentApe, Food Ready Concept presenta la nuova ArrostApe, mezzo dedicato a chi ha fatto degli arrosticini il suo business da street food. Un settore che va forte, anche all’estero. E che punta sull’estrema personalizzazione del marchio

Food Ready Concept, struttura di business innovativo legata al food, ha partorito un’altra idea dedicata agli amanti dello street food: si tratta di ArrostApe, che viene dopo il successo di PolentApe e arricchisce l’offerta di mezzi per chi si dedica al settore del mordi e fuggi da strada. Dunque un’Ape da arrosticino, caratteristico spiedino di carne di pecora o capra tipico della tradizione abruzzese.

streetfood_arrostape_2

Flotta di Apecar dedicate (e un incubatore)

Food Ready Concept è stata messa in piedi da VS Veicoli Speciali (azienda leader nell’allestimento di mezzi per lo street food) e ArrostApe è proprio l’Ape su misura per preparare gli arrosticini. Solo l’ultima di una lunga serie (ce n’è veramente per tutte le esigenze, addirittura un’Ape Milk  dedicata alla raccolta a domicilio di latte materno donato). Ma Food Ready Concept non si limita all’allestimento: è diventato una sorta di incubatore per food trucker, un punto di riferimento per giovani del settore ai quali è dedicata una flotta di Apecar ideate e allestite come piccoli ristoranti ambulanti specializzati ognuno nella preparazione di un cibo tipico. L’idea insomma è quella di mettere un team di esperti a servizio di chi vuole aprire un’attività gastronomica su ruote ma, non essendo ristoratore di professione, non sa da che parte iniziare. Su tutto viene particiolarmente curata la parte identitaria: tutti i food truck realizzati vengono personalizzati in funzione delle esigenze del cliente, al fine di ottenere un autonegozio unico, dotato appunto di una forte identità di marca.

Pacchetto inclusive

Ai giovani, a chi ha voglia di cambiare lavoro e a chi di quest’idea potrebbe fare il “suo” lavoro VS offre un pacchetto “all inclusive”. Tutto, dalla A alla Z, è pensato e studiato nei minimi dettagli per permettere a chiunque si affacci al mondo del commercio su strada di iniziare a lavorare facilmente e rapidamente, senza dover pensare a cosa serve e a come organizzarsi. Dalla consulenza per la modulistica e i permessi alla grafica, dall’allestimento al merchandising.

streetfood_arrostape_1

Street food formato export

Una idea di ristorazione veloce che in Italia sta vivendo un momento d’oro ma che sta facendo presa anche all’estero, dove viene apprezzata questa forma di made in Italy tutto tradizione e velocità di consumo. Dopo la Francia, la Germania, la Svizzera, l’Europa dell’est e Miami, VS Veicoli Speciali è recentemente sbarcata anche a Dubai dove ha consegnato due Apecar allestite per street food con il marchio di una gelateria artigianale. Mentre in Italia è possibile anche la formula che offre la possibilità di noleggiare food truck e ape street food per fiere, sagre, eventi e catering. Il tutto per il periodo che si desidera, in tre fasce di costo (dal giornaliero al mensile). Possibile anche l’offerta di usato, con ape street food d’occasione. 

Ti potrebbe interessare anche

Street food, periodo d’oro: 5 tendenze da seguire

Etnico, gluten free, bio. E ancora: iperlocalismo, gelati di alto livello ma anche nuovi motori per le cucine mobili. Le strade che prenderà lo street food (che vive il suo boom) nel 2016

Street food, incubatore per chi sogna la startup con l’Ape car

Lo street food (l’Ape car gourmet) vive un piccolo boom. StreetFoody farà da incubatore per chi vuole creare una startup dedicata al cibo da strada. I consigli per iniziare

Streeteat, l’app che ti dice dove trovare il tuo cibo di strada preferito

Un’applicazione geolocalizza food truck e apecar: dietro c’è una startup che cresce a dismisura e si dice pronta a prendersi il mercato italiano ed europeo

Calenda: “Tassare i robot? Bisogna governare la rivoluzione” I temi del G7 e dell’I-7 di Torino

Si apre il sipario sulla “Innovation Week italian”: sei giorni alla Reggia di Venaria, nei quali i ministri si trovano per parlare di industria, scienza e lavoro. Parallelemente al G7 si è aperto anche l’I-7 il summit guidato da Diego Piacentini e che riunisce 48 esperti di innovazione provenienti da tutto il mondo

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

Parole O_stili, il manifesto per la cultura digitale arriva in classe

In pochi mesi è nato un movimento virale che vuole cambiare il modo di comunicare in rete. Il Manifesto si sta diffondendo nelle classi anche grazie alle agende che Mondadori Education ha realizzato in collaborazione con Parole O_stili

Cyber Mid Year Report, fra tendenze e nuove minacce. Le contromisure dell’Europa

La UE si mobilita con iniziative concrete per fare fronte ai continui attacchi informatici. Ecco cosa emerge dai report di metà anno di Cisco, Check Point, Security on Demand e della National Association of State Chief Information Officers (NASCIO)